Do you want to Be 3D?

Il tempo dei “selfie” sembra già superato, e il bisogno narcisistico di scattarsi fotografie per rivedersi potrebbe evolversi in qualcosa di molto più raffinato e addirittura tridimensionale.

Tale rivoluzione prende il nome di “minime3D” : una scultura fotografica tridimensionale ottenuta, in diverse grandezze a seconda dei gusti, con polvere di ceramica totalmente colorata. Il risultato è un clone quasi perfetto della persona ritratta.
Per un ricordo a portata di mano, uno speciale soprammobile, un regalo alla persona amata o in particolari occasioni della vita come ad esempio un matrimonio o la laurea. Ma come viene realizzato il ritratto in 3D? Questo piccolo capolavoro è possibile mediante una procedura affascinante suddivisa in 3 fasi distinte:

1. SCANSIONE 3D : il soggetto viene posto su una pedana girevole e per qualche minuto deve assumere stabilmente una posizione. In questo periodo di tempo viene effettuato un body scan, ovvero una scansione dalla testa ai piedi, a 360 °, del corpo della persona da ritrarre. Il sistema di scansione utilizzato è uno scanner 3D, uno strumento che attraverso decine di foto scattate al secondo cattura e immagazzina forme e colori del soggetto, senza essere in aclun modo nocivo alla salute. 

3d 1

2. POST PRODUZIONE: Una volta ultimata questa fase di acquisizione, si passa alla postproduzione del modello, per ottimizzarne le forme e garantire qualità in fase di stampa. Il risultato di una scansione è una nuvola matematica di punti sparsi nello spazio che attraverso software dedicati viene trasformata in oggetto tridimensionale e successivamente rivestita con le texture dei materiali e dei colori.

3d 2

3. STAMPA 3D :Il file che viene fuori dalla precedente elaborazione, è cosi pronto per la fase di stampa.
Il modello viene inviato alla macchina che lo costruisce stendendo di volta in volta un letto di polvere di gesso che viene incollato e colorato solo in corrispondenza della sua sezione in quel determinato livello.
A stampa ultimata l’oggetto viene estratto dall’area di stampa aspirando via la polvere in eccesso in cui è immerso. Dopo un’accurata pulizia si passa all’indurimento dell’oggetto attraverso un processo di infiltrazione con un liquido indurente. Una volta asciugato il pezzo è pronto.

3d 3

Soluzioni efficaci per problemi complessi

Contattaci

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
06 888 12 426

© 2020 Galeola S.r.l. - PIVA: IT08499801002